Giorno2. Fai decluttering della biancheria

Fai un Decluttering della biancheria!

Prima di fare questo esercizio, nel mio cassetto c’erano mutande e reggiseni con elastici rovinati e colori improbabili! Scherzi a parte, capita di tenere delle mutande solo perché ci dispiace buttarle o perché ci siamo affezionate. E che dire  di quei tanga rossi che ci hanno regalato per Capodanno ma che non ci siamo mai messe perché scomodissimi?

La biancheria viene spesso trascurata pensando: “tanto non la vede nessuno!”. Ci si pensa solo quando si va dal dottore! E’ capitato anche a te, vero? Penso che i dottori siano gli unici fortunati a vedere dei completi intimi decenti! Magari stiamo attentissime a come ci vestiamo e poi sotto abbiamo uno slip bianco e il reggiseno nero con l’elastico che non tiene più…

Indossare biancheria che non faccia risaltare al meglio le nostre forme e la nostra figura sicuramente non ci fa sentire belle come meritiamo, e neanche bene con noi stesse. Ritengo che sia molto importante sentirsi a proprio agio e sicure di se stesse, quindi possiamo partire dal cassetto della biancheria e buttare senza indugio quella rovinata, di una taglia che non è più la nostra, con gli elastici slabbrati, con buchi e scolorita. Oppure che non ci piace più.

Qual’è lo scopo?

Quello di avere un cassetto che contenga solo la biancheria che ti piace  e con la quale ti senti a tuo agio. Concentrati sulle sensazioni di piacere che provi ad indossare quella biancheria e a quanto ti senti bene nel tuo corpo. Questo ti guiderà nella scelta di cosa tenere e cosa buttare. E anche nei tuoi acquisti futuri!

P.S. Indossare biancheria intima che ti faccia sentire a tuo agio nel tuo corpo, ti aiuta anche nell’intimità dei rapporti di coppia……pensaci prima di prendere il primo paio di mutande dal cassetto. Donna avvisata, mezza salvata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *